P.A. CROCE BLU – ODV – BRESCIA

SERVIZI

``Qui per aiutare tutti``

ambulanza

Trasporto sanitario

Servizi socialmente utili (servizi di trasporto a privati per visite, ricoveri, dimissioni, trasferimenti)

istituzioni

Istituzioni

Attività in collaborazione con il Comune di Brescia, con l’ATS territoriale, Istituti Clinici, Centri Geriatrici

manifestazioni sportive

Manifestazioni sportive

Assistenza manifestazioni pubbliche e sportive

formazione

Formazione

Formazione alla popolazione con corso di primo soccorso gratuito e certificato, della durata di 120 ore

servizio-civile-nazionale

Servizio civile nazionale

gruppo-giovani

Gruppo giovani

anpas

ASSOCIAZIONE ANPAS

anpaslombardia

ANPAS LOMBARDIA

VUOI ENTRARE IN CROCE BLU?

PARTNERS E SUPPORTERS

SOSTIENICI

donazioni

Donazioni

Se ci vuoi aiutare il tuo contributo sarà apprezzato ed ogni donazione sarà documentata con una ricevuta fiscale detraibile

Bonifico bancario:

IT40D0857511201000000180829

Assegno intestato a:

P.A. CROCE BLU - ODV

5 x 1000

Il tuo 5 x 1000 per i volontari ANPAS

P.A. CROCE BLU – ODV – BRESCIA

03216290175

paypal

Paypal

facebook

P.A. CROCE BLU – ODV – BRESCIA

2 ore fa

P.A. Croce Blu - ODV - Brescia

GRAZIE!
Grazie e ancora grazie a tutti quelli che fin d'ora hanno dimostrato il loro sostegno aiutandoci, sia economicamente che materialmente. Insieme ce la faremo!! #aiutaciadaiutare
... Leggi altroChiudi

Leggi su Facebook

4 ore fa

P.A. Croce Blu - ODV - Brescia

GRAZIE A TUTTI I VOLONTARI❤️❤️❤️ ... Leggi altroChiudi

Leggi su Facebook

9 ore fa

P.A. Croce Blu - ODV - Brescia

Coronavirus: volontari, ogni chiamata colpo al cuore ma non ci fermiamo

Anpas Lombardia, Brescia e Bergamo servizi quintuplicati

"....I soccorritori volontari in tutta la Lombardia sono migliaia, esposti di fatto agli stessi rischi di medici e infermieri: in gran parte delle ambulanze che risuonano nelle città ormai deserte ci sono loro che avvolti in tute, mascherine, occhiali e calzari trasportano possibili casi sospetti negli ospedali, trasferiscono contagiati da un ospedale all'altro della Lombardia, riportano pazienti positivi dimessi nelle loro case per concludere la quarantena. Non lo fanno per ‘mestiere’.

Anche secondo Luca Puleo, presidente di Anpas Lombardia che copre circa il 50% delle emergenze della regione con oltre 20mila volontari, il momento è "molto stressante, la pressione è molto forte: i volontari non si tirano indietro ma certo hanno paura per quello a cui vanno incontro, non solo per loro stessi ma anche per i famigliari e questo rende l'attività ancora più gravosa. Inoltre - ha spiegato - il numero di servizi e delle uscite è molto aumentato, ma quello dei volontari rimane lo stesso: in alcune zone come il bergamasco e il bresciano i servizi sono più che quintuplicati, un aumento vertiginoso non solo dei servizi ma anche dei tempi, perché con gli ospedali congestionati è più difficile liberare le ambulanze”.
Tra i problemi di questa emergenza c'è anche quello della disponibilità di materiale sanitario come mascherine, tute, calzari, occhiali e guanti che i soccorritori devono indossare durante il servizio: "al momento ci sono, ma tutto dipenderà dai prossimi contagi - spiega Puleo -: se il ritmo rimane quello di queste ore o lo Stato ci garantisce forniture massive o c'è il rischio di rimanere senza” e in quel caso “si è costretti a non far partire più le ambulanze". "La sicurezza dei volontari deve essere garantita, stanno dimostrando grande coraggio e dedizione. Sono la parte migliore dell'Italia", ha concluso Puleo.” (fonte:ANSA)
... Leggi altroChiudi

Leggi su Facebook

news